Zuppa di Fagioli: proprietà e come prepararla

I Fagioli venivano consumati in Italia già ai tempi dei Romani: allora si trattava di un alimento di importazione.

Fu solo nel periodo di Cristoforo Colombo che si iniziò in Italia e in Europa a coltivarli. Nella nostra penisola, oggi è il Veneto la regione con la maggiore superficie dedicata alla coltura dei fagioli.

I Fagioli Amorevoli… i Borlotti

I Fagioli Borlotti, detti anche Fagioli Nani, sono una varietà originaria dell’America del Sud: ad oggi sono i più coltivati nel nord Italia.

Sono i più diffusi anche nella vendita al dettaglio come prodotto fresco, ossia ancora nel loro baccello, nei banchi dei nostri mercati e supermercati.

Le proprietà dei Fagioli Borlotti

 

Proprietà dei fagioli borlotti

Come tutti i legumi, le proteine dei borlotti contengono solo alcuni amminoacidi essenziali, tra questi il più abbondante è la lisina.

Per trovare gli amminoacidi di cui i legumi sono carenti, ossia quelli solforati, cisteina e metionina, è utile e necessaria l’associazione, nello stesso pasto, con i cereali integrali.

Questi legumi sono anche una ricca fonte di fibra alimentare che favorisce l’attività e il benessere dell’intestino.

La buona quantità di fibra alimentare e il contenuto apporto calorico – 100g di borlotti freschi apportano solo 139 kcal – li rendono adatti anche a chi sta seguendo un regime ipocalorico per perdere peso.

Zuppa di Fagioli Borlotti: la Ricetta

 

Zuppa di fagioli borlotti

Il Borlotto è il Re indiscusso delle Zuppe, immancabile nei minestroni e protagonista assoluto della pasta e fagioli della tradizione veneta e napoletana, come rimedio ai “freddi”, chi a -5 chi a 15 gradi 😉

La concezione del freddo è abbastanza relativa 😀

Ecco a voi la Ricetta per una Zuppa di Fagioli Borlotti impeccabile ed amorevole.

Gli ingredienti sono i seguenti:

  • Cipolla.
  • Sedano.
  • Carote.
  • Olio Extra Vergine d’Oliva.
  • Peperoncino.
  • Spezie: Rosmarino e Salvia
  • Passata di pomodoro
  • Fagioli Borlotti
  • Crostini di pane

Ecco le fasi da seguire:

  1. Mettere in ammollo i fagioli per almeno 8-12;
  2. Tritare finemente cipolla, sedano, carote e soffriggere il tutto con un po’ di peperoncino, in una pentola dai bordi alti, con olio extravergine d’oliva;
  3. Aggiungere il rosmarino e le foglie di salvia proseguendo la cottura per qualche minuto;
  4. Versare la passata di pomodoro e portare tutto a bollore, continuando a cuocere a fiamma media, con coperchio, per circa un’ora e mezza, mescolando di tanto in tanto;
  5. Servire con crostini di pane;
  6. Amare e farsi amare dal calore di questa zuppa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su